prov2.gif (2034 byte)

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI VITERBO
Assessorato alla Cultura, Sport e Turismo
GLI ETRUSCHI NELLA TUSCIA

SAN GIULIANO (Barbarano Romano)

barbarano.jpg (14513 byte)

Due chilometri a nord-est di Barbarano Romano questo centro etrusco di cui ignoriamo il nome (Marturanum?) che prende nome dal Santo venerato in una modesta chiesetta sul pianoro. L’abitato antico e le necropoli che ha originato sono racchiusi entro lo scrigno d’un Parco tra i pi affascinanti d’Italia dove la natura e l’ambiente, l’archeologia e l’arte formano un perfetto connubio. La cittadina le cui testimonianze pi antiche risalgono al Villanoviano (X sec. a.C.) conobbe un periodo di grande benessere sul finire del VII e nel pieno VI sec. a.C. Nuovo vigore ebbe sul finire del IV e nel III sec. a.C. Quasi assenti le testimonianze del periodo romano. L’insediamento etrusco era su un isolato pianoro che sprofonda sulle valli perimetrali dove scorrono due modesti corsi d’acqua che unendosi al vertice fanno confluire le loro acque nel Biedano. Un bagno romano che sfrutta una cisterna etrusca, qualche tratto di mura, diversi cunicoli sono gli scarsi resti. Imponenti e vaste le necropoli che l’attorniano occupando in graduale successione cronologica le alte rupi (VII - I sec. a.C.). Si va dai grandi tumuli costruiti in blocchi o ricavati nel tufo, alle tombe a camera e a portico, che nella loro decorazione manifestano l’influsso culturale ceretano, alle tombe a dado; ad esse frammiste tombe a fossa, a nicchia, a loculo.
Le tombe pi importanti sono nelle necropoli di Poggio Castello, Greppo Cenale (Tomba Thansinas), Caiolo (Cuccumella, tumulo del Caiolo, tomba del Carro, tomba della Regina, le Palazzine, le tombe a portico, la tomba del Cervo dal cui bassorilievo derivato il logo del parco, la tomba Ciarlanti), Poggio S. Simone, Ara del Tesoro, Chiusa Cima (tumulo Cima con pi tombe e ambienti scolpiti a cassettoni e tracce di pittura, tomba Costa, tomba Rosi) e Chiuse Vallerani (tomba M. Gabbrielli). Un modesto, ma interessante museo nel paese di Barbarano Romano dove assieme a reperti ceramici e bronzei sono conservati sarcofagi e obelischi di tufo caratteristici di questo luogo.

 

Testo: P. GIANNINI (Ass.ne Guide Turistiche prov. di  Viterbo)


 

 

Progetto Web: G. CERICA (ccbc/Amm.ne Prov.le) - Realizzazione S.EL.VIT