Home -> Restauro -> Risposte gioco web

 

Risposte gioco web n. 2c - dal 08/04/2013 al 14/04/2013

 

Hyeronimus, “Pianta di tutte le selve del Vener.le Ospidale della Illus.ma comunità di Viterbo”, sec. XVI <br />
AUSL VT3, Viterbo. Olio su tela

Hyeronimus, “Pianta di tutte le selve del Vener.le Ospidale della Illus.ma comunità di Viterbo”, sec. XVI 
AUSL VT3, Viterbo. Olio su tela

Restauro: Maria Rosa Cecchetti

Tra le numerose unità di misura lineari in uso nell’antichità c’erano il dito (6 grani di orzo), il palmo (il pugno chiuso), la spanna (la distanza tra pollice e mignolo a mano aperta), il piede (1/6 dell’altezza standard di un uomo), il cubito (distanza tra il gomito e la punta delle dita). Di queste grandezze esistevano anche i multipli per misurare distanze maggiori.

Quale tra le seguenti non esisteva?

La risposta esatta è la N. 4
il decubito

Piatto raffigurante “Dama con il cappello”, sec. XVI ?<br />
Museo della Città, Acquapendente. Terracotta invetriata

Piatto raffigurante “Dama con il cappello”, sec. XVI ?
Museo della Città, Acquapendente. Terracotta invetriata

Restauro: Paola Borghesi

La signora raffigurata nel piatto indossa un copricapo: quando si diffuse la tipologia a falde larghe?

La risposta esatta è la N. 1
è testimoniato nel VI secolo a.C., in Italia centrale ad uso bellico

Tegole dipinte di Urbisaglia<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. XI tav. XVII – 1880

Tegole dipinte di Urbisaglia
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. XI tav. XVII – 1880

Restauro: Fiorina Adolini

Anticamente, come oggi, il modo più semplice di fare un tetto era con due superfici piane spioventi, coperte da coppi e tegole. Già presente in Egitto, Mesopotamia ed Etruria, in epoca romana si diffuse l’elemento architettonico dell’arco e dei suoi derivati, come le volte a botte (idealmente una serie di archi messi in fila) e le cupole (coperture ottenute idealmente dalla rotazione di un arco intorno al proprio asse). L’utilizzo del calcestruzzo facilitò la realizzazione delle cupole.

Vi è un esempio di cupola del II sec. d.C. rimasta pressoché intatta e con una tecnica costruttiva a colata molto avanzata, qual è?

La risposta esatta è la N. 3
il Pantheon a Roma

Giovan Francesco Romanelli (Viterbo 1610 - 1662), “Ercole ed Onfale”<br />
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Olio su tela

Giovan Francesco Romanelli (Viterbo 1610 - 1662), “Ercole ed Onfale”
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Olio su tela

Restauro: Ottavio di Rita, Elisabetta Rota

Ercole per tre anni fu soggiogato da Onfale che lo umiliò indossando lei la pelle di leone, mentre Ercole  filava la lana.
La filatura della lana è un'operazione antichissima (esistono fusi risalenti al neolitico), in genere praticata dalle donne, per la produzione di tessuti. L'industria tessile è stata una delle attività più fiorenti dal medioevo fino ai giorni nostri sia in Italia che nel nord Europa. Il filato, sia di origine animale che vegetale, viene sottoposto a numerosi trattamenti prima di arrivare al telaio dove viene tessuto intrecciando i fili secondo precisi schemi.

Come si chiama lo schema di intreccio dei fili?

La risposta esatta è la N. 2
armatura

Anfora panatenaica<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VI tav. X – 1857<br />

Anfora panatenaica
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VI tav. X – 1857

Restauro: Fiorina Adolini

Pelope viene generalmente raffigurato a bordo della quadriga, spesso insieme a sua moglie Ippodamia.

A cosa è legata la leggenda di Pelope e Ippodamia?

La risposta esatta è la N. 4
all’istituzione dei Giochi Olimpici

Touring, il nostro modo di viaggiare<br />

Touring, il nostro modo di viaggiare

Urbisaglia, per i latini Urbs Salvia, è un Comune in provincia di Macerata su cui sventola la Bandiera arancione, il marchio d'eccellenza assegnato al Tci alle piccole località dell'entroterra.

Oltre che per la massiccia fortezza turrita di forma trapezoidale, per quale produzione artigianale è famosa?

La risposta esatta è la N. 3
per i calzari di foggia romana

 

Viale Trieste, n.104 01030 Viterbo La Quercia - Tel. 0761 304716 - Fax: 0761 347463

PROVINCIA DI VITERBO
Via Saffi, 49 01100 VITERBO
Codice fiscale / Partita IVA 80005570561
Tel. 0761 3131(centralino) - Fax: 0761 313296
e-mail: provincia@provincia.vt.it

Uffico relazioni con il pubblico
Tel. 0761 313236 - 313705; Fax: 0761 313410
e-mail: urp@provincia.vt.it