Home -> Restauro -> Risposte gioco web

 

Risposte gioco web n. 3c - dal 15/04/2013 al 21/04/2013

 

Facciata del Teatro di Erode Attico<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VI tav. XVIII - 1858

Facciata del Teatro di Erode Attico
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VI tav. XVIII - 1858

Restauro: Fiorina Adolini

E' un piccolo teatro in pietra situato sul pendio meridionale dell'Acropoli di Atene, originariamente coperto e pensato per esecuzioni musicali. Costruito a partire dal 161 d.C. e completato prima del 174 d.C., fu fatto erigere dal ricchissimo politico e sofista greco Erode Attico in memoria della moglie Appia Annia Regilla.

Chi era Erode Attico?

La risposta esatta è la N. 3
un retore, precettore di Marco Aurelio

Coperchio di olla etrusca con protomi equine, II metà VII sec. a.C.<br />
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Terracotta

Coperchio di olla etrusca con protomi equine, II metà VII sec. a.C.
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Terracotta

Restauro: Dino Paparoni

Pròtome: termine introdotto nella nomenclatura artistica del sec. XIX per indicare un elemento decorativo molto diffuso nell’arte antica, costituito dalla testa, talora anche con parte del busto, di una figura umana o di un animale o fantastica, es. protome leonina. Se ne hanno esempi nella decorazione architettonica, in scultura, in lavori di metallo, terracotta, ceramica a rilievo, ecc.

Numerosi sono i proverbi legati ai coperchi: quale tra i seguenti non esiste?

La risposta esatta è la N. 4
il coperchio di Pandora è sempre aperto

Pietro Locatelli (Roma 1634 ca. - 1710 ca.), “Madonna con Bambino, Santa Caterina e San Domenico”<br />
Collegiata di S. Giovanni Evangelista, Valentano. Olio su tela

Pietro Locatelli (Roma 1634 ca. - 1710 ca.), “Madonna con Bambino, Santa Caterina e San Domenico”
Collegiata di S. Giovanni Evangelista, Valentano. Olio su tela

Restauro: Linda Bernini

Caterina Benincasa (Siena 1347 - Roma 1380), Dottore della Chiesa, Patrona d’Italia e Copatrona d’Europa, ebbe una parte importante nel rientro del Papa da Avignone a Roma.

 Della Santa restano più di trecento lettere: che studi aveva fatto?

La risposta esatta è la N. 1
era analfabeta

Dipinti della villa alla Farnesina<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. XII tav. Vlla - 1884

Dipinti della villa alla Farnesina
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. XII tav. Vlla - 1884

Restauro: Fiorina Adolini

Il nome «coniglio» deriva dal latino cuniculus. Si dice che sia stato chiamato così da Catullo, il famoso poeta latino, per la sua abilità a scavare tane complicatissime, fatte di cunicoli e grotte. Giulio Cesare racconta che le dame ne usavano la carne per la cura della bellezza. Anche tra gli Indiani d’America il coniglio era considerato un’ottima «cura» per rafforzare il corpo. 
Sin dall’antichità questa bestiola ha preso molteplici significati, positivi e negativi: è stata unita alla simbologia della fertilità e della mansuetudine, ma anche alla lascivia e alla voluttà. In pittura un coniglio bianco ai piedi della Madonna è simbolo di castità e vittoria sulle passioni.

Il coniglio è presente anche nei bestiari medievali, dove si cita la capacità di correre velocemente in salita, riuscendo a sfuggire agli inseguitori, con quale significato?

La risposta esatta è la N. 2
è l’uomo che, sfuggendo alle tentazioni demoniache, sale verso Dio

Cabreo di Bolsena, 1711 <br />
Basilica di Santa Cristina, Bolsena. Manoscritto su carta

Cabreo di Bolsena, 1711 
Basilica di Santa Cristina, Bolsena. Manoscritto su carta

Restauro: Maria Graziella Cattafi

Con la parola Cabreo (dal latino cabreum, capibrevium) si indicavano gli inventari dei beni delle grandi amministrazioni ecclesiastiche (ad es. i Cabrei dell'Ordine dei Cavalieri di Malta) o signorili e l'insieme dei documenti che li formavano: mappe, elenchi dei beni mobili ed immobili, dei diritti, delle servitù, del valore della proprietà, mappe delle singole particelle, ecc.

Chi fu probabilmente il primo ad istituire l’uso del cabreo?

La risposta esatta è la N. 2
Alfonso XI di Castiglia (1311-1350 d.C.)

Touring, il nostro modo di viaggiare

Touring, il nostro modo di viaggiare

Il monumento più importante di Bolsena è l’originalissima Collegiata di Santa Cristina, dove, nel 1263, sarebbe avvenuto il miracolo dell’ostia trasformata in sangue. La Guida Rossa Tci Lazio dedica ampio spazio a questo articolato edificio sacro, che accorpa vari edifici di epoca diversa: eretta a partire dal XI secolo e ultimata nell'Ottocento.

A che epoca risale la Cappella dedicata al miracolo?

La risposta esatta è la N. 4
alla seconda metà del Settecento

 

Viale Trieste, n.104 01030 Viterbo La Quercia - Tel. 0761 304716 - Fax: 0761 347463

PROVINCIA DI VITERBO
Via Saffi, 49 01100 VITERBO
Codice fiscale / Partita IVA 80005570561
Tel. 0761 3131(centralino) - Fax: 0761 313296
e-mail: provincia@provincia.vt.it

Uffico relazioni con il pubblico
Tel. 0761 313236 - 313705; Fax: 0761 313410
e-mail: urp@provincia.vt.it