Home -> Restauro -> Risposte gioco web

 

Risposte gioco web n. 1b - dal 04/03/2013 al 10/03/2013

 

Antifonario, XV sec.<br />
Biblioteca degli Ardenti, Viterbo. Manoscritto su carta

Antifonario, XV sec.
Biblioteca degli Ardenti, Viterbo. Manoscritto su carta

Restauro: Maria Graziella Cattafi

Il monaco medievale Guido Monaco, meglio noto come Guido d'Arezzo (ca. 992 - 1050 d.C.), è famoso per una importante invenzione in campo musicale.

Qual era questa invenzione?

La risposta esatta è la N. 2
i nomi delle note usate ancora oggi nei paesi latini

Collo di anfora rodia, produzione romana <br />
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Terracotta

Collo di anfora rodia, produzione romana
Museo Civico “Luigi Rossi Danielli”, Viterbo. Terracotta

Restauro: Paola Borghesi

I Templari, oppure Ordine dei Cavalieri di Rodi, erano un ordine militare che nacque ai tempi della I Crociata per difendere i pellegrini che si recavano a Gerusalemme.
Dopo il primo periodo in cui il sostentamento dell’ordinem, ufficializzato nel 1129, era basato sulle donazioni, trovarono altre forme di sostentamento che li trasformarono in una potenza economica e politica, tale da convincere Filippo il Bello, dopo circa due secoli, tra il 1312 e il 1314, ad abolire l’ordine ed ad incamerarne i beni. Secondo alcune leggende, da allora i Templari proseguirono la loro attività clandestinamente, fino a tramutarsi in una sorta di massoneria.

Quali furono le principali fonti di sostentamento dei Templari?

La risposta esatta è la N. 3
l’agricoltura e l’allevamento del bestiame che finanziavano un sistema bancario

Anfiteatro<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. V tav. XLII - 1852

Anfiteatro
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. V tav. XLII - 1852

Restauro: Fiorina Adolini

Dove si trova questo anfiteatro romano?

La risposta esatta è la N. 2
a El Jem in Tunisia

La caduta di Mirtilo, vaso campano<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. X tav. XXV - 1876

La caduta di Mirtilo, vaso campano
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. X tav. XXV - 1876

Restauro: Fiorina Adolini

Mirtilo, figlio di Ermes, era l’auriga di Enomao. Si narra che questi decise di concedere la mano di sua figlia Ippodamia a chi lo avesse superato in una gara con i carri e che Mirtilo, per aiutare il suo amico Pelope innamorato di Ippodamia, abbia tolto i chiodi dalle ruote del carro di Enomao per fargli vincere la corsa. Pelope, tuttavia, perché non potesse rivelare il loro segreto, lo uccise.

In che cosa Mirtilo fu trasformato dopo la morte?

La risposta esatta è la N. 3
in una costellazione

Bartolomeo Cavarozzi (Viterbo 1590-Roma 1625), "San Sebastiano"<br />
Comune di Capranica, ex Ospedale di San Sebastiano, Capranica. Olio su tela

Bartolomeo Cavarozzi (Viterbo 1590-Roma 1625), "San Sebastiano"
Comune di Capranica, ex Ospedale di San Sebastiano, Capranica. Olio su tela

Restauro: Linda Bernini

Secondo la tradizione San Sebastiano, nato forse a Milano da padre di Narbona e da madre milanese, fu istruito nei principi della fede cristiana. Si recò a Roma dove entrò nelle milizie dell’Imperatore Diocleziano: divenuto alto ufficiale dell'esercito imperiale, fece presto carriera e fu il comandante della prestigiosa I Coorte della I Legione, di stanza a Roma per la difesa dell'Imperatore. In questo contesto, forte del suo ruolo e approfittando della propria carica imperiale, poté sostenere i cristiani incarcerati, provvedere alla sepoltura dei martiri e diffondere il cristianesimo tra i funzionari e i militari di corte.

Come morì?

La risposta esatta è la N. 3
ucciso a bastonate e gettato in una fogna

Touring, il nostro modo di viaggiare

Touring, il nostro modo di viaggiare

Nel 2014 la collana delle Guide Rosse, le prime e le più celebri tra le guide realizzate dal Touring Club Italiano, compiono 100 anni. La prima Guida rossa infatti uscì nel 1914.

Di che cosa si occupava?

La risposta esatta è la N. 4
Piemonte, Lombardia e Canton Ticino

 

Viale Trieste, n.104 01030 Viterbo La Quercia - Tel. 0761 304716 - Fax: 0761 347463

PROVINCIA DI VITERBO
Via Saffi, 49 01100 VITERBO
Codice fiscale / Partita IVA 80005570561
Tel. 0761 3131(centralino) - Fax: 0761 313296
e-mail: provincia@provincia.vt.it

Uffico relazioni con il pubblico
Tel. 0761 313236 - 313705; Fax: 0761 313410
e-mail: urp@provincia.vt.it