Home -> Restauro -> Risposte gioco web

 

Risposte gioco web n. 4b - dal 25/03/2013 al 31/03/2013

 

Statuto di Vallerano, sec. XVI <br />
Archivio storico Comunale, Vallerano. Manoscritto su pergamena

Statuto di Vallerano, sec. XVI
Archivio storico Comunale, Vallerano. Manoscritto su pergamena

Restauro: Ombretta Bracci

"Stabiliamo ed ordiniamo che chi dia qualche genere di veleno in pozione o in altro modo per la quale ne consegua la morte, a quello verrà data la pena capitale perché muoia anch’egli. Ma se la morte non seguirà, verrà punito con la pena di centocinquanta libbre o una pena corporale, secondo arbitrio del Signore..."

La libbra era una misura monetaria in uso sin dall’antichità, ma a noi è meglio nota come:

La risposta esatta è la N. 2
unità di misura del peso

Rilievo scoperto nel Foro Romano<br />
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VIIII tav. XLVIII - 1872

Rilievo scoperto nel Foro Romano
I Monumenti inediti, Istituto di Corrispondenza Archeologica, vol. VIIII tav. XLVIII - 1872

Restauro: Fiorina Adolini

Il bassorilievo rappresenta una scena di:

La risposta esatta è la N. 4
cancellazione dei debiti

Piatto sec. XVI-XVII <br />
Museo della Città, Acquapendente. Ceramica invetriata

Piatto sec. XVI-XVII
Museo della Città, Acquapendente. Ceramica invetriata

Restauro: Paola Borghesi

Le Arpie, mostri dal corpo di uccello e dalla testa di donna, appaiono anche in mitologie diverse da quella greca, quali la mitologia indiana, cinese ecc.

Qual è il significato più diffuso del simbolo dell’arpia?

La risposta esatta è la N. 2
una tempesta

Antifonario, sec. XV <br />
Biblioteca degli Ardenti, Viterbo. Manoscritto su pergamena

Antifonario, sec. XV
Biblioteca degli Ardenti, Viterbo. Manoscritto su pergamena

Restauro: Maria Graziella Cattafi

I manoscritti musicali nell'antichità venivano prodotti:

La risposta esatta è la N. 1
da monaci amanuensi specializzati nella scrittura

Francesco Ciacci, Stendardo: “San Bonaventura”, ante 1695<br />
Chiesa di San Donato, Civita di Bagnoregio. Olio su tela

Francesco Ciacci, Stendardo: “San Bonaventura”, ante 1695
Chiesa di San Donato, Civita di Bagnoregio. Olio su tela

Restauro: Geltrude Missori

Civita di Bagnoregio è un insediamento unico nel suo genere: costruita dagli etruschi 2500 anni fa su un’altura isolata, è unita al mondo solo da un lungo e stretto ponte che fu costruito solo nel 1965. E’ definita  la "Città che muore" a causa dei lenti franamenti delle pareti di tufo sulle quali è costruita ed è abitata da pochissime famiglie.

Qual è l’origine del nome “Bagnoregio”?

La risposta esatta è la N. 3
era una fonte di acqua termale longobarda

Touring, il nostro modo di viaggiare

Touring, il nostro modo di viaggiare

L'anfiteatro romano più grande del mondo è quello di Roma, l'anfiteatro Flavio, comunemente chiamato Colosseo.

Dove si trova il secondo anfiteatro più grande d'Italia, protagonista tra l'altro di una giornata di visite nell'ambito della Penisola del Tesoro Tci 2010?

La risposta esatta è la N. 4
Santa Maria Capua Vetere

 

Viale Trieste, n.104 01030 Viterbo La Quercia - Tel. 0761 304716 - Fax: 0761 347463

PROVINCIA DI VITERBO
Via Saffi, 49 01100 VITERBO
Codice fiscale / Partita IVA 80005570561
Tel. 0761 3131(centralino) - Fax: 0761 313296
e-mail: provincia@provincia.vt.it

Uffico relazioni con il pubblico
Tel. 0761 313236 - 313705; Fax: 0761 313410
e-mail: urp@provincia.vt.it