simboli home invia una e-mail alla Provincia di Viterbo mappa del sito

  Home -> Turismo -> Visitare la Tuscia -> Museo Civico Archeologico “F. Rittatore von Willer”

 

Seleziona la lingua italiana

Musei - Museo Civico Archeologico   

 

Museo Civico Archeologico “F. Rittatore von Willer”

L’importanza dell'abitato di Sorgenti della Nova, per la ricchezza e l'abbondanza dei suoi resti e reperti archeologici, risiede soprattutto nel fatto che il sito costituisce un’evidente anticipazione di numerosi caratteri distintivi delle future città dell'Etruria meridionale e offre anche la possibilità di analizzare il vasto repertorio tipologico e decorativo caratteristico del Bronzo Finale in Etruria meridionale.

Farnese, interno (Foto Museo di Farnese)

Farnese, interno
(Foto Museo di Farnese)

Dove
Il Museo si trova a Farnese, l'antica Castrum Farneti, probabilmente così chiamata per i ricchi boschi di farnie (tipo di quercia) che la circondavano, a circa 43 chilometri da Viterbo.

Storia
È ospitato nei locali dello storico Palazzo Chigi, già sede del comune di Farnese.

Descrizione
Il museo nasce ufficialmente nel 1990 tramite l’accorpamento della mostra sugli scavi dell’abitato protovillanoviano di Sorgenti della Nova con la mostra dei reperti medioevali e rinascimentali rinvenuti in alcuni "butti” del centro storico.

Racconta lo sviluppo storico di Farnese, con particolare riferimento ai siti archeologici della Selva del Lamone, e vi sono conservate testimonianze delle antiche civiltà che hanno abitato queste zone: interessanti reperti preistorici e protostorici, che consentono di ricostruire fedelmente gli usi e i costumi delle popolazioni vissute nell’età del Bronzo.
Scavi compiuti negli anni '70 hanno portato alla luce due distinti nuclei sepolcrali, in località Naviglione con tombe a forno ed antecella a cielo aperto, e in località Palombaro con tombe a forno, ricche di completi funebri, vasellame e pugnaletti in rame.

La scoperta più importante tuttavia è stata individuata nella valle del Fiora: sorto su una rupe tufacea naturalmente difesa posta alla confluenza di due torrenti ed occupato stabilmente per quasi due secoli, tra l'XI e la fine del X secolo a.C., l'abitato di Sorgenti della Nova rappresenta un ambito privilegiato di ricerca per la ricchezza e l'abbondanza dei suoi resti archeologici, disturbati solo in parte dagli interventi umani moderni.
Le imponenti opere di sistemazione riscontrate in tutti i settori di scavo, l'intensa "urbanizzazione" della rupe, la divisione accurata degli spazi abitativi e di servizio, indizio di una notevole densità demografica, unitamente all'eccezionale ampiezza dell'insediamento, alla razionalità della planimetria e alla monumentalità di alcune soluzioni edilizie costituiscono evidenti anticipazioni di numerosi caratteri distintivi delle future città dell'Etruria meridionale. L'abbondanza dei reperti rinvenuti offre infine la possibilità non solo di inquadrare il sito da un punto di vista cronologico individuandone le direttrici di espansione, ma anche di analizzare il vasto repertorio tipologico e decorativo caratteristico del Bronzo Finale in Etruria meridionale.

Il Museo conserva anche materiali di epoca etrusca che danno importanti informazioni sulla vita sociale e religiosa di questo popolo e maioliche dipinte rinvenute nei "pozzi” da butto del centro storico cittadino che testimoniano le fasi medievali e rinascimentali di Farnese.
La visita al museo si conclude con un’escursione alla Selva del Lamone, ai principali siti archeologici da cui provengono i reperti esposti al museo.

Per la visita
Il Museo è aperto dal mercoledì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00, il sabato e la domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:30; rimane chiuso il lunedì e il martedì. Il costo del biglietto è di € 2,50 intero e € 1,25 ridotto. Per le escursioni archeologiche, vista la difficoltà di accessibilità di alcuni siti, si consiglia di effettuare la visita in autunno - inverno, con abiti adatti, magari accompagnati da una guida locale.

Curiosità
Il museo è stato intitolato all'archeologo Ferrante Rittatore Vonwiller (1919-1976) la cui attività di ricerca è legata soprattutto alla Maremma ed in particolare al popolamento della valle dei Fiora. Nel 1974 inizia lo scavo dell'abitato del Bronzo Finale di Sorgenti della Nova che prosegue annualmente sotto la direzione di Nuccia Negroni Catacchio nell'ambito delle attività del Dipartimento di Scienze dell'Antichità,dell'Università degli Studi di Milano, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica dell'Etruria Meridionale e del Centro Studi di Preistoria e Archeologia. L'allestimento del Museo, realizzato nel 2002, è stato concepito per accogliere anche nuovi reperti provenienti dagli scavi in corso ed è completato da un ampio apparato didattico e illustrativo sia statico che interattivo.

Info
Museo Civico Archeologico
Via Colle di S. Martino - 01010 Farnese VT
Telefono: +39 0761 458849

 

Testi: C. Chiovelli

 

© 2010-2017 Provincia di Viterbo
torna in alto

PROVINCIA DI VITERBO
Via Saffi, 49 01100 VITERBO
Codice fiscale / Partita IVA 80005570561
Tel. 0761 3131(centralino) - Fax: 0761 313296
e-mail: provincia@provincia.vt.it

Uffico relazioni con il pubblico
Tel. 0761 313236 - Fax: 0761 313410
e-mail: urp@provicnia.vt.it